VENEZIA. Si è stupito e anche seccato l’ingegner Silvano Vernizzi, commissario straordinario alla Pedemontana Veneta, nel ritrovarsi l’architetto Massimo Follesa capeggiare sabato scorso la manifestazione dei comitati per il mancato pagamento dei terreni espropriati, dopo averlo appena ricevuto come tecnico di fiducia di un espropriato che trattava il proprio caso. «Possibile che non si colga l’incompatibilità», imprecava, «si è mai vista una cosa del genere?». Come no, basta alzare lo sguardo: chi è Alexis Tsipras se non il capo dei negoziatori della Grecia e contemporaneamente quello dei comitati?

Nel caso di Vernizzi, andrebbe precisato che i comitati non sono il suo primo pensiero, sotto inchiesta come si ritrova da parte della Corte dei Conti e con una procedura aperta anche dall’Anac, l’Autorità anticorruzione di Raffaele Cantone. (…)
il mattino di Padova